Azienda






I.P.A. s.r.l. è un’azienda trasformatrice di latte vaccino che lavora mediamente 100.000 litri di latte al giorno. Lo stabilimento di produzione si trova a Nepi, all’interno di una delle tre aziende agricole del gruppo.
Tutto il latte destinato ai prodotti freschi è raccolto entro un raggio di 30 km dallo stabilimento di lavorazione, ed il 20% circa proviene da aziende agricole di proprietà.
Il principale punto di forza dell’azienda è quindi rappresentato dalla filiera corta e perfettamente integrata, che non solo garantisce all’azienda competitività e flessibilità, ma offre al consumatore la massima trasparenza e sicurezza in termini di provenienza della materia prima e genuinità del prodotto.
Negli ultimi anni si è impegnata in un importante piano di sviluppo aziendale multisettore, allo scopo di proiettarsi in una dimensione più ampia a livello sia nazionale che europeo: oltre alla modernizzazione e all’incremento del ramo latte e derivati e al lancio della nuova produzione diretta di prodotti caseari, IPA ha intrapreso un ambizioso percorso di sostenibilità che comprende il progetto-ambiente, IPAKM0 e la produzione di energia elettrica attraverso impianti fotovoltaici e di biogas.
Lo stabilimento di Via Nepesina in località Vallescura è un sito produttivo modello, all’avanguardia in ogni settore che rappresenta la sintesi di quelli che da sempre, ma in particolar modo negli ultimi anni, rappresentano gli asset fondamentali di IPA: qualità, territorialità, sostenibilità, filiera corta.

Lo stabilimento ha 6000 mq di strutture coperte inserite in 170 ettari di azienda agricola, un caseificio interno di 2000 mq, linee di fresco, linee UHT con steriizzatore, piattaforme di carico, uffici, laboratori.

La politica sostenibile di “emissioni zero” ha portato alla realizzazione di un impianto fotovoltaico sia soprattutto un impianto di biogas da 1,5 MW che contribuisce a rendere minime le emissioni di CO2 nell’atmosfera producendo energia elettrica ed energia termica attraverso lo sfruttamento dei reflui provenienti dall’attività agricola e dall’attività agroindustriale.
Proprio grazie all’implementazione di tale politica di sostenibilità ambientale, l’azienda ha ricevuto nel 2015 il premio internazionale “Un Bosco per Kyoto” per la virtuosa filiera ecosostenibile.